News

News

Grazie 2015! Buon 2016!

L'anno 2015 sta finendo e noi familiari delle vittime del Moby Prince lo possiamo considerare veramente speciale su numerosi fronti. Sul piano politico in primo luogo. Dopo numerosi contatti tra noi familiari e personalità della politica, tre gruppi parlamentari hanno portato in Senato il disegno di legge di istituzione della Commissione parlamentare di inchiesta sulla strage del Moby Prince, votata dopo vari rinvii all'unanimità dall'aula del Senato il 22 luglio. Un passo decisivo della politica e delle Istituzioni dopo anni di lontananza e silenzi, un segno di cambiamento. Il fatto stesso che sia stata istituita una commissione da ragione ai familiari e a tutti i cittadini che chiedono giustizia e di per se è l’ammissione che le inchieste e i processi non sono serviti ad alcunché, se non a produrre…
Read More
Silvio Lai: #iosono141

Silvio Lai: #iosono141

Eccoci alla fine di una giornata speciale in Senato, Dopo una introduzione del Presidente Silvio Lai, hanno parlato prima Loris Rispoli e poi Angelo Chessa, a nome delle due associazioni. Sono stati toccati i punti principali che hanno caratterizzato tutte le incongruenze di oltre 24 anni, passando dalle indagini superficiali ai processi farsa, fino alla ultima inchiesta bis chiusa in modo ignobile nel 2010. Si e’ rimarcato molto sui poteri che può avere una commissione inquirente su aspetti mai analizzati o ricercati in modo superficiale, come l’acquisizioni di immagini satellitari e tracciati radar. E’ stato infine consegnato un documento di approfondimento e supporto tecnico, Ora si parte veramente! Due anni sono pochi, il lavoro da fare e’ tanto, ma tanta e’ anche la voglia di fare qualcosa di nuovo che…
Read More

https://www.change.org/p/verit%C3%A0-e-giustizia-sulla-vicenda-moby-prince

Il 10 Aprile 1991 il traghetto Moby Prince entrò in collisione con la petroliera Agip Abruzzo a 2 miglia dal Porto di Livorno. Si scatenò un incendio e 140 persone morirono in attesa dei soccorsi. Tra quelle 140 persone c’era mia madre Maria Giulia Ghezzani, e mio padre Ugo Chessa, il comandante del Moby Prince. Da allora - io e tutti i familiari delle vittime ne siamo purtroppo testimoni - le indagini e i processi sulla vicenda Moby Prince hanno portato ad un nulla di fatto. Quella notte nel porto di Livorno c’erano navi militarizzate in forza agli Stati Uniti, di ritorno dalla guerra del golfo e che avrebbero dovuto scaricare armi nella base NATO di Camp Darby. C’era una petroliera, l’Agip Abruzzo, che si trovava in una zona di…
Read More
Facebook
Facebook
Google+
https://www.mobyprince.it/news/page/4">
Twitter
Pinterest
LinkedIn
RSS