Moby Prince: la storia è cambiata!

Moby Prince, la storia è cambiata! Nell’immaginario collettivo la storia del Moby Prince è stata quella di un banale incidente. Il traghetto della compagnia Nav.Ar.Ma la notte del 10 aprile 1991 centra in pieno la petroliera Agip Abruzzo, alla fonda nella rada del porto di Livorno, 140 persone eccetto uno, il mozzo Alessio Bertrand, muoiono in pochi minuti. Fin da subito, personaggi di primo piano parlano di nebbia, buio, errore umano e qualcuno tira in ballo anche la partita di calcio. Per anni la nebbia, calata repentinamente sulla petroliera, è stata il principale collante del castello di verità preconfezionate, costruito allo scopo di ridurre tutto alla distrazione del Comandante del Moby Prince, Ugo Chessa. Non solo, ma la morte repentina di tutti i 140, tra passeggeri e membri dell’equipaggio, scagionava…
Read More

Incontri sul Moby Prince in Sardegna

A pochi  giorni dall'anniversario cominciamo a parlare di Moby Prince! Vi ricordo l'incontro-dibattito nella Sala Consiliare del Comune di Cagliare alle 17 del 29 marzo 2019. Nella stessa giornata  appuntamento presso libreria Ubik di via Alghero 13/A a Cagliari alle ore 19 per la presentazione del libro di Francesco Sanna e Gabriele Bardazza " Il caso Moby Prince, la strage impunita" . Sabato alle ore 12 presentazione del libro presso la libreria Mieleamaro a Nuoro in corso Garibaldi 60 e infine alle ore 17 presso la Fondazione Sardegna a Sassari in via Carlo Alberto 7. Vi aspetto! Luchino Chessa
Read More

Anniversario del Moby Prince: la rabbia si fa sentire

Siamo vicini all'anniversario del 10 aprile e come ogni anno la mia mente si riempie di pensieri e sentimenti più disparati. Da 28 anni sto pensando che mio padre e mia madre sono morti in un assurdo "incidente" tra un traghetto e una petroliera e che sono arrabbiato per come noi familiari delle vittime siamo stati trattati per tanti anni da chi avrebbe dovuto tutelarsi e aiutarci nella ricerca della verità. Arrabbiato perché il Comandante Ugo Chessa, uno dei comandanti più esperti del Mediterraneo, è stato usato come capro espiatorio, allo scopo di nascondere uno scenario ben diverso da quello di un banale incidente. Lo immagino in plancia, con le fiamme che si stanno sprigionano dalla petroliera, a cercare, insieme al resto dell'equipaggio di coperta, di portare via il Moby…
Read More
Incontro-Dibattito “Moby Prince: nuovi scenari oltre la nebbia processuale” 29 marzo ore 17 presso la Sala Consiliare del Palazzo Civico di Cagliari Alla soglia dei 28 anni dalla strage del Moby Prince avvenuta il 10 aprile 1991 davanti alla città di Livorno, come familiari delle vittime stiamo vivendo una nuova primavera giudiziaria. Le conclusioni della Commissione Parlamentare d’Inchiesta sul Moby Prince hanno clamorosamente ribaltato le verità scaturite dalle indagini e dai processi del passato. Dopo anni di frustrazioni, delusioni e rabbia il risultato della Commissione parlamentare d’inchiesta è stato per noi familiari delle vittime un passo epocale. L’unica nebbia sembra essere stata quella processuale con il solo scopo di costruire una verità di comodo, facendo ricadere la colpa d tutto sul Comandate del Moby Prince, Ugo Chessa. Quello che emerge…
Read More

Enzo Farnesi: e’ morto un padre che attendeva giustizia!

Oggi è mancato Enzo Farnesi, padre di Cristina, cassiera del Moby Prince, morta il 10 aprile 1991 a soli 22 anni. Enzo, attivissimo familiare delle vittime della strage del Moby Prince, ha lottato per 28 anni nella speranza di sapere perchè sua figlia sia morta e per capire su che altare è stato sacrificata la sua vita. Una notizia che ci lascia sgomenti perchè non è giusto che un padre sopravviva alla figlia, ma è ancora più ingiusto che un padre muoia senza avere avuto giustizia per la morte orrenda della figlia. Enzo ora fa parte delle vittime del Moby Prince, vittima di un sistema giudiziario e di un sistema paese che non ha mai avuto la forza di tutelare i sui cittadini, schiacciati da un peso enorme come quello…
Read More

Moby Prince: un 2019 con la speranza di giustizia

Il 2018 per la vicenda del Moby Prince, e di conseguenza per noi familiari delle vittime, è stato un anno importante. Dopo  quasi tre decenni dal quel maledetto 10 aprile, la verità cristallizzata delle aule dei tribunali si è frantumata grazie alla conclusione della Commissione Parlamentare di inchiesta, chiusasi con la precedente legislatura. Il  22 gennaio scorso in un'aula del Senato della Repubblica Italiana, gremita di familiari delle vittime e di giornalisti, la relazione conclusiva letta da Silvio Lai, ex Senatore e Presidente, ha completamente ribaltato le verità processuali. Non più nebbia come principale causa della collisione e giustificazione del caos dei soccorsi coordinati dalla Capitaneria di Porto di Livorno,  Non più morte repentina  dei nostri cari in 20-30 minuti,  ma ore di  tremenda agonia in attesa di soccorsi mai arrivati, aspetto che crea in…
Read More

Moby Prince: la Procura di Livorno non si ferma!

E’ passato quasi un anno dalla fine dei lavori della Commissione Parlamentare d’Inchiesta sul Moby Prince, la cui relazione conclusiva era stata resa pubblica il 24 gennaio scorso in Senato dall’allora Presidente Silvio Lai. La Commissione ha lavorato senza interruzione per due anni e le conclusioni hanno ribaltato le verità scaturite dalle inchieste giudiziarie e dai processi, mettendo in evidenza circostanze mai emerse prima quali l’assenza di nebbia, un ancoraggio  della petroliera diverso da quello riportato nelle carte processuali, una rotta del Moby Prince che ha subito una turbativa, una sopravvivenza a bordo del traghetto ben oltre i 30 minuti in totale assenza di soccorsi. Dubbi sulla rotta della petroliera prima del suo arrivo a Livorno e sul materiale da esso trasportato, gli strani accordi tra le compagnie assicurative dopo…
Read More

I riflettori nuovamente puntati sulla strage del Moby Prince. Vogliamo la verità!

La puntata di Atlantide del 14 novembre 2018 sulla strage del Moby Prince ha riacceso i riflettori su 27 anni di storie di indagini e processi, di verità di comodo, di intrighi, di azioni devianti e depistanti. Andrea Purgatori ha fatto un bel servizio che e' servito per far capire al pubblico i tanti punti oscuri della vicenda, grazie anche a spezzoni del documentario del 2014 di Manfredi Lucibello "140 la strage dimenticata", ma anche le poche battaglie vinte. Tra queste i risultati della commissione parlamentare di inchiesta presieduta dall'ex Senatore Silvio Lai, una delle commissioni più attive della scorsa legislatura, approvata all'unanimità in Senato. Penso che d'ora in avanti ogni volta che si parla di Moby Prince si debba partire dalle conclusioni della commissione parlamentare, che hanno ribaltato in…
Read More

Moby Prince: il silenzio della Procura di Livorno

Lo sfregio alla targa della piazza intitolata alle vittime del Moby Prince, avvenuta nella note del 31 ottobre 2018 amareggia ma è anche una sprone per non fermarsi mai. Anzi il gesto vandalico interrompe il silenzio che da vari mesi si è nuovamente abbattuto sulla strage del Moby Prince. Silenzio in particolare della Procura di Livorno che, pur avendo ricevuto gli atti della commissione parlamentare di inchiesta, nulla sembra aver fatto fino a questo momento.  Penso che sia finito il tempo dell'attesa e torneremo a farci sentire a gran voce. 11 novembre 2018 Luchino Chessa [caption id="attachment_565" align="alignnone" width="300"] La targa della piazza Vittime Moby prince sfregiata la notte del 31 ottobre 2018[/caption]
Read More